Come creare e inviare una Newsletter professionale | La guida completa

16 minuti
Aggiornato:

Lasciaci indovinare… hai sentito dire che la newsletter può essere uno strumento di marketing davvero potente. Ti hanno detto che puoi utilizzarla per aumentare le conversioni sul tuo sito web, per farti conoscere dai tuoi potenziali clienti, per raccogliere dati importanti, ecc., giusto? Beh, è tutto vero.

E se sei qui probabilmente vuoi saperne di più su come creare (per poi inviare) una newsletter professionale che converte. Accomodati allora: in questo articolo capirai tutto quello che c’è da sapere sulle newsletter, su come crearle e come realizzarle partendo da zero. Iniziamo!

Cos’è e a cosa serve una Newsletter di email marketing

Le newsletter sono dei messaggi inviati come email a una lista di contatti interessati a ricevere aggiornamenti e comunicazioni di un’azienda o di un brand. In genere, vengono inviate con cadenza regolare (settimanale, bisettimanale, mensile, ecc.) e contengono notizie, promozioni, sconti e contenuti interessanti per gli utenti.

Ma perché le newsletter sono diverse da qualsiasi altra forma di email marketing e sono così potenti? Perché rappresentano un modo per comunicare in modo diretto con i tuoi clienti – o potenziali clienti. Ti permettono di mantenere un rapporto costante con i tuoi iscritti, di avvicinare le persone al tuo brand e, sì, anche di vendere di più promuovendo nuovi servizi o prodotti o invitando le persone a visitare il tuo sito web.

Si differenziano dalle DEM (come vedremo più avanti) per contenuto, serialità e obiettivo della comunicazione, ma giocano un ruolo ugualmente fondamentale.

Il tutto a un costo irrisorio o (se scegli il programma giusto) addirittura gratuito. Ma come si crea nella pratica queste newsletter? Vediamolo nei prossimi paragrafi.

Desideri passare subito alla pratica? Dai un’occhiata al newsletter creator di GetResponse e scopri quanto può essere sia facile che professionale. E se non vuoi partire da zero, puoi semplicemente utilizzare uno dei nostri template gratuiti e personalizzarli in modo che si adattino perfettamente al tuo brand!

Programmi per creare e inviare Newsletter

È il momento di mettere le mani in pasta. La prima cosa di cui hai bisogno per creare una newsletter è un tool di email marketing. I software di email marketing ti permettono di creare, programmare e inviare a un elenco di contatti newsletter e comunicazioni varie con cadenza regolare.

E non solo. Grazie a questi tool, puoi segmentare le tue liste in base ai criteri che scegli; puoi inviare campagne personalizzate per ogni pubblico; e puoi impostare automazioni basate su particolari condizioni. È chiaro, quindi, che sono strumenti che possono aiutarti a far crescere il tuo business, ma quali sono i programmi che permettono di fare queste attività? Abbiamo selezionato per te i programmi newsletter più funzionali e completi

GetResponse (sì, siamo noi!)

Uno strumento molto semplice e intuitivo da utilizzare, ideale sia per professionisti che per piccole attività e per grandi aziende. Questo servizio di email marketing offre template di email e newsletter personalizzabili per ogni esigenza, permette di creare liste e segmenti del database, automazioni avanzate e di testare e ottimizzare le campagne. Inoltre, GetResponse ha un piano gratuito che consente di inviare fino a 2.500 newsletter al mese e toccare con mano tutte le funzionalità più importanti del software.

Sottotitoli in italiano

Mailchimp

Certamente uno dei tool più famosi. Offre una discreta quantità di template pronti all’uso per creare email e newsletter in pochi minuti. Ottimo il fatto che possa essere integrato direttamente con Canva. Non dà grandi possibilità di personalizzazione, ma con il piano Free è possibile testare le funzionalità più importanti fino a 1000 contatti. Un buon tool per chi approccia adesso al mondo delle newsletter e non ha grosse pretese!

Brevo (ex SendinBlue)

Un altro tool sicuramente da tenere in considerazione! Questo software offre funzionalità di marketing multicanale e una buona scelta di template e modelli per le newsletter (anche se alcuni possono risultare un po’ obsoleti). Anche SendinBlue può risultare un po’ rigido per quanto riguarda la personalizzazione del corpo delle newsletter. Tuttavia, grazie al piano Free (che ti permette di inviare fino a 300 email al giorno a contatti illimitati), puoi valutare personalmente se il tool fa al tuo caso o meno.

Mailup

La piattaforma di email marketing tutta Italiana nata nel 2003. Si tratta di un software semplice da utilizzare e che offre alcune funzionalità base per creare e inviare le tue newsletter, impostare automazioni e analizzare le prestazioni degli invii. Non ha un piano gratuito, tuttavia, puoi provare tutte le funzioni del tool gratis per 15 giorni.

Vuoi saperne di più? Ecco per te i 10 migliori programmi per newsletter in Italia, con la lista dei pro e contro

Come si crea una Newsletter: guida step by step

Scelto il tool più adatto alle tue esigenze, è il momento di entrare in gioco. Se hai optato per il creatore di newsletter di GetResponse potrai ideare e fare la tua prima newsletter in modo semplice e veloce. Hai a disposizione un editor drag and drop (letteralmente “trascina e rilascia”) abbastanza pratico, nonché tanti template newsletter pronti all-uso.

Per creare la tua newsletter ti basterà seguire i seguenti passaggi.

Impostazione dell’oggetto e dei destinatari

  1. Fornisci un nome interno per il tuo messaggio.
  2. Scegli i contatti a cui inviare la newsletter – puoi importare una tua lista o creare una lista all’interno dello stesso tool, da assegnare alla newsletter
  3. Scegli l’indirizzo mittente e l’indirizzo di risposta
  4. Fornisci l’oggetto del tuo messaggio – puoi chiedere aiuto al generatore automatico di oggetto delle email (dotato di AI)
  5. Aggiungi destinatari, facendo clic su Aggiungi Destinatari
impostazioni per creare newsletter

Progettazione e design della Newsletter

  1. Comincia a progettare il tuo messaggio, nella sezione Design e contenuto. Scegli se vuoi usare I Template pre-progettati, I tuoi template, Template vuoti o progettare il tuo messaggio usando l’Editor HTML
  1. Una volta scelto il modello, verrai reindirizzato all’editor dei messaggi, dove potrai trascinare i blocchi che vuoi e impostare font e stili che più si addicono alla tua comunicazione. Più avanti nella guida parleremo di consigli di scrittura e di stile.

    Per la creazione in HTML, si aprirà l’editor dove puoi inserire il tuo codice. Finito il messaggio, fai clic su Avanti per andare alle impostazioni

Invio della Newsletter

  1. Una volta creata la newsletter puoi decidere se impostare le opzioni di tracciamento click ai link con Google Analytics e il monitoraggio delle conversioni e-commerce (qualora la tua newsletter fosse legata a uno store online)
  2. Nella sezione Condivisione, decidi se desideri condividere l’online view del messaggio su Facebook o Twitter
  3. Invia subito la newsletter o Programma per dopo. Puoi anche programmarla con la funzione Perfect Timing, che ti consente di inviare la newsletter nell’orario più congeniale per i tuoi contatti

Vuoi saperne di più? Visita il centro di assistenza con tutte le informazioni per la creazione, invio e gestione newsletter

Come fare la newsletter: consigli di scrittura e stile

Nella creazione di un’email importante come la newsletter è importante sapere anche cosa inserire all’interno del messaggio. Per questo potrebbe esserti utile qualche consiglio aggiuntivo di copywriting e design.

Per scrivere una newsletter efficace, devi scegliere con cura le parole, a partire dall’oggetto! Scrivi, quindi, un oggetto e un pre-header che invoglino ad aprire il messaggio. Cerca di anticipare con pochi caratteri quello che le persone troveranno all’interno dell’email. Aiutati con una emoji se il tuo tono di voce lo permette.

Il corpo del messaggio, invece, dovrebbe iniziare con un incipit che dichiari in poche righe di cosa parla l’email e che stuzzichi la curiosità di chi legge. Ricorda che l’above the fold è la parte che vedono più persone e che può determinare se una persona darà interesse a ciò che hai da dire o chiuderà il messaggio.

La brevità in questo mondo ricco di impegni – e di decine di email che entrano ogni giorno in una casella di posta – può essere vincente. Elimina l’eliminabile e porta gli utenti dritti verso il tuo obiettivo. Evita anche muri di testo dividendo il copy in paragrafi per facilitare la lettura.

Scrivi come parli, o meglio, come parla la tua azienda o il tuo brand. La newsletter è un mezzo che ti permette di far emergere la tua personalità, di avvicinare le persone e di comunicare i tuoi valori. E il tono di voce ha un ruolo centrale in questo.

Anche l’occhio vuole la sua parte. Una newsletter efficace deve essere curata sia nel contenuto, sia nella forma. Per questo è importante sapere come ottimizzare il design delle email.

Un buon design non è pensato solo per l’appeal visivo, ma deve anche “accompagnare” il messaggio per renderlo più chiaro e fruibile al lettore. Deve in ultimo essere orientato all’obiettivo per cui si sta realizzando la newsletter.

Nella costruzione di una buona email non bisogna per forza essere maestri eccelsi nel design. Abbiamo visto come è possibile creare newsletter esteticamente accattivanti partendo da template pre-progettati e personalizzabili con immagini, grafiche, video e testi a piacere.

Il design non può quindi essere lasciato al caso e va curato dall’incipit al footer. Anzi, dall’oggetto al footer. Oltre a ottimizzare la disposizione di immagini, testo e video, considera di utilizzare un font supportato dalla maggior parte dei provider di posta elettronica (Georgia, Times New Roman e Verdana, ad esempio) e di creare elenchi puntati per agevolare la lettura del testo. Un altro elemento a cui fare attenzione è la dimensione del layout: se vuoi avere la sicurezza che le tue newsletter vengano visualizzate bene attraverso i vari device, ti consigliamo di mantenere la larghezza del tuo modello di e-mail a 600 px (massimo 640 px).

Com’è fatta in ultimo una newsletter ottimizzata nella scrittura e nello stile? Un contenuto piacevole da vedere, interessante da leggere e, idealmente, in grado di invogliare a compiere una certa azione.

Per approfondire: Leggi i nostri consigli di design per l’email marketing

Creare una Newsletter per ogni occasione: alcuni esempi

Ma cosa scrivere in una newsletter? Le newsletter si sposano alla grande con gli eventi particolari dell’anno, quali Black Friday e varie festività. A tal proposito, abbiamo pensato a una guida per ognuna di queste ricorrenze. Puoi approfondire in uno di questi link:

E al di fuori delle ricorrenze? Beh, puoi utilizzare questo mezzo con vari obiettivi. Puoi raccontare di novità legati al tuo settore e invitare ad approfondire sul blog, eventualmente. Puoi dare informazioni e valore ai tuoi iscritti per rafforzare il legame che hanno con te. Puoi utilizzarla per invitare a eventi, promuovere il lancio di un prodotto, cavalcare una particolare festività, raccogliere donazioni e, sì, aumentare le conversioni.

Le possibilità sono davvero tante, vediamo alcuni esempi.

Se hai un blog, potresti utilizzare la newsletter per invitare gli iscritti a leggere i tuoi nuovi articoli. Proprio come fa CopyBlogger in questa email. In questo caso, utilizza la sezione iniziale del corpo dell’email per ricordare alle persone che tipo di newsletter è e gli obiettivi del blog. Il resto dell’email, invece, è dedicato al nuovo articolo, o meglio, a una parte del nuovo articolo. Per leggere l’articolo completo, infatti, è necessario cliccare sul link che rimanda al blog.

creazione newsletter per blog esempio

Passiamo a un esempio un po’ diverso, a quello di una newsletter utilizzata per presentare un nuovo prodotto. Nota come in questa newsletter il brand Casper utilizza le immagini e il testo. Dà quasi la sensazione che il nuovo materasso si possa toccare. Ne fa percepire la comodità, la qualità, lo stile e non si perde in lunghe descrizioni. A noi ha fatto venire voglia di provarlo, e a te?

creazione newsletter lancio prodotto esempio

Devi scrivere un’email aziendale? Ecco un esempio che viene proprio dal nostro repertorio, da GetResponse. In questo caso abbiamo creato una newsletter che abbiamo inviato a tutti i collaboratori per augurare buone feste e invitarli a partecipare al meeting per festeggiare del giorno successivo. Ne abbiamo anche approfittato per inviare un piccolo regalo, in realtà. Anche nelle comunicazioni interne, quindi, il nostro tono rimane divertente, le nostre frasi semplici, il nostro stile amichevole, ma rimaniamo professionali e attenti ai dettagli.

Per approfondire: Consulta la nostra raccolta di esempi vincenti di newsletter per ogni business e occasione

Altre app e plugin per invio Newsletter

Abbiamo quasi tutto quello che ci serve per una campagna newsletter con i fiocchi. Il nostro consiglio per inviare delle newsletter è dunque quello di affidarsi a tool professionali come quelli che abbiamo citato precedentemente. Questo perché, in linea generale, sono semplici da utilizzare e offrono una soluzione “pronta all’uso” con tanto di risparmio in tempi di tempo ed energie. Qui di seguito qualche utile insight

Come creare una newsletter con WordPress

In questo caso, avrai bisogno di installare dei plugin direttamente sul tuo sito. Tra i plugin più utilizzati e apprezzati troviamo certamente Newsletter e Mailpoet, entrambi offrono la possibilità di creare moduli di opt-in, di utilizzare modelli pronti e avere le statistiche principali.

Come creare una newsletter con Outlook

Creare delle newsletter con Outlook è abbastanza semplice. Apri il tuo account e dal menu seleziona prima la voce Persone e poi Nuovo elenco contatti. Assegna un nome alla tua lista, aggiungi gli indirizzi email e clicca su Crea. A questo punto non ti rimane che creare il tuo messaggio: clicca su Nuovo messaggio e inserisci il gruppo di contatti che hai creato in precedenza. Scrivi il tuo messaggio (puoi modificare il layout e scegliere anche uno dei temi a disposizione cliccando su Scegli aspetto), inserisci l’oggetto et voilà: la tua newsletter è pronta per essere inviata.

Come creare una newsletter con Gmail

Accedi al tuo profilo Gmail e seleziona nel menu la voce Contatti. A questo punto puoi scegliere se inserire i vari indirizzi email uno a uno manualmente o se importare una lista da un file CSV, ad esempio. Una volta importati i contatti, clicca su Crea etichetta, inserisci il nome che vuoi dargli e assegna l’etichetta ai contatti a cui vuoi recapitare il tuo messaggio. Il grosso è fatto. Ora non ti resta che cliccare su Scrivi, inserire l’elenco dei contatti nel campo destinatari, comporre il messaggio e inviare.

Come creare una newsletter con Aruba

Puoi utilizzare l’hosting Aruba anche per inviare newsletter. Dal pannello di controllo, infatti, è possibili creare e gestire mailing list e assegnare diversi parametri. Una volta terminata la fase di creazione della lista dei contatti, per inviare il messaggio alla tua lista, potrai utilizzare un qualsiasi programma di posta elettronica da un mittente autorizzato in fase di configurazione.

FAQ Newsletter

Che differenza c’è tra DEM e Newsletter?

Sia le newsletter sia le DEM (acronimo di Direct Email Marketing) sono messaggi email inviati a una lista di contatti. Ma allora qual è la differenza?

Una newsletter differisce da un’email DEM in primis per il suo contenuto. In genere, infatti, le newsletter vengono utilizzate per tenere aggiornati i propri iscritti, per raccontare le novità del brand, per informare gli utenti riguardo a un particolare evento, ecc. Hanno una cadenza regolare e vengono inviate a tutta la lista. Lo scopo principale di questo genere di comunicazioni è quello di avvicinare o far conoscere la propria attività ai propri iscritti, di fornire notizie e informazioni utili e quindi di aumentare la brand awareness e fidelizzare i clienti.

Le DEM, invece, hanno una funzione nettamente più commerciale. Il focus è sulla vendita o sullo spingere un utente a fare una determinata azione. Questi messaggi promuovono esplicitamente prodotti e servizi e possono essere inviate a particolari segmenti della lista. Cambiano l’obiettivo, lo stile (in genere) e le leve di marketing, ma il mezzo rimane lo stesso: l’email.

Come creare una newsletter aziendale?

Per creare una newsletter aziendale ti consigliamo in primo luogo di individuare l’obiettivo della newsletter e di stabilirne la cadenza (mensile? Settimanale?). Individua poi il tool più adatto alle tue necessità e crea una newsletter pertinente con lo stile del tuo brand. Utilizza quindi un tono di voce coerente, i colori aziendali e un design chiaro e pulito. Riguardo al design, un tool come GetResponse può essere davvero prezioso poiché ti permette di scegliere tra decine di email template aziendali pronti all’uso che puoi personalizzare a tuo piacimento.

Come creare newsletter in HTML?

Creare una newsletter in HTML ti permette di avere il pieno controllo sull’aspetto grafico dell’email, indipendentemente dal provider, dal device o dal browser utilizzato dalla persona che riceve il messaggio. Con GetResponse puoi anche scegliere di strutturare le tue email in HTML e in questa dettagliata guida abbiamo raccolto tutte le migliori pratiche per creare newsletter perfette in breve tempo.

Come gestire una newsletter?

Una volta creata la newsletter, è il momento di valutare i risultati ottenuti ed eventualmente aggiustare il tiro – quando serve. I software di email marketing offrono una panoramica completa dei risultati ottenuti dall’invio. Permettono quindi di estrapolare dei report di email marketing con tutti i dati più importanti da tenere in considerazione.

I KPI principali delle newsletter ti permettono di capire se le tue campagne stanno funzionando e cosa poter migliorare. Analizza quindi i tassi di apertura delle email, i click effettuati, i tassi di disiscrizione, ecc. e confronta i dati con i report precedenti per avere una visione completa e poter ottimizzare i tuoi risultati.

Come creare una newsletter gratis?

I programmi per creazione e invio newsletter, come quelli visti all’inizio della guida, offrono dei piani gratuiti che permettono di utilizzare tutte (o quasi) le funzioni più importanti per creare newsletter di successo.

GetResponse, ad esempio, ha un piano Free (per sempre) per gestire fino a 500 iscritti alla lista, e non solo. Per 30 giorni, infatti, puoi provare tutte le funzioni premium e toccare con mano la potenza del tool. Altri software che prevedono un piano gratuito sono Mailchimp e Aweber (entrambi fino a 500 contatti), Sendinblue (fino a 300 email al giorno) e 4Dem (fino a 400 email al giorno). Active Campaign e Mailup, invece, offrono una prova gratuita di tutte le funzionalità rispettivamente fino a 14 e 15 giorni).

Per approfondire: Leggi la nostra guida all’email marketing gratuito

Come disiscriversi/cancellarsi da una newsletter?

Se la tua casella email è sempre piena di email promozionali non gradite, è il momento di fare un po’ di pulizia. Per disiscriverti da una newsletter non dovrai far altro che aprire il corpo della newsletter ricevuta e cercare l’apposito link per annullare l’iscrizione. In genere il link è posizionato nella parte finale dell’email e può essere identificato con uno di questi nomi: Annulla iscrizione, Cancellami, Disiscrivimi, Unsubscribe, ecc. Una volta cliccato sul link si aprirà una pagina di conferma di disiscrizione, assicurati di confermare la tua decisione!

Ricorda sempre di inserire questo link alla fine della tua newsletter. Con i consigli che hai ricevuto nella nostra guida, non dovresti avere problemi di questo tipo… ma mai dire mai!

Conclusioni

Anche se la posta elettronica è un mezzo così vecchio, negli ultimi anni sono cambiate molte cose nel panorama delle newsletter.

Siamo sempre attenti a nuovi sviluppi, pratiche e tendenze e continueremo ad aggiornare questa guida per riflettere lo stato attuale delle cose.

Se vuoi rimanere aggiornato, assicurati di iscriverti alla nostra di newsletter. E se sei alla ricerca di un newsletter creator professionale che renda la creazione di template email un’esperienza divertente e gratificante, assicurati subito una prova gratuita di GetResponse.


Gianpiero Spelozzo
Gianpiero Spelozzo
Laureato in Comunicazione di Marketing, esperto di email marketing e SEO, fervido smart worker e nomade digitale nella vasta terra di Google e dei motori di ricerca. Tra Milano, Nord Europa, Marche e Abruzzo vivo le migliori esperienze in ambito digital marketIng, e-commerce, innovazione digitale e scrittura creativa. Scompongo e rielaboro queste esperienze nel blog di GetResponse, sotto forma di articoli, guide e approfondimenti.