presto in arrivo

GetResponse Content Monetization HUB

Trasforma le tue conoscenze in un flusso di entrate. Crea e vendi corsi online in un'unica piattaforma. Iscriviti alla lista per ottenere uno sconto esclusivo!

Newsletter di Buona Pasqua: esempi e idee per le tue email

11 minuti
Aggiornato:

Tra acquisti di colombe e uova di cioccolata e l’organizzazione della Pasquetta, hai già preso in considerazione l’idea di preparare un’originale newsletter di Pasqua? Se non l’hai ancora fatto, questo è il momento migliore per attivarsi!

In questo articolo vedremo degli ottimi esempi di newsletter di Pasqua da cui prendere ispirazione e come crearle concretamente con il giusto strumento di email marketing. E non solo. Troverai anche consigli utili per scrivere una newsletter con i fiocchi e per ottimizzare la tua strategia.

Quest’anno la Pasqua arriva presto, il 9 aprile per l’esattezza. Pertanto, meglio non perderci in ulteriori chiacchiere!

Lo sapevi? Puoi iniziare a inviare le tue campagne email di Pasqua con il software gratuito per Email Marketing di GetResponse. Quali saranno le sorprese dentro l’uovo? Oltre 150 email template pronti all’uso, adatti per ogni tipo di business, ricorrenza e festività. Puoi personalizzarli e plasmarli a tuo piacimento così da inviare la tua campagna pasquale già da oggi… Anche con l’aiuto dell’intelligenza artificiale!

5 esempi di newsletter di Pasqua che funzionano

Ogni occasione è buona per comunicare con i tuoi clienti e offrire loro promozioni legati alla ricorrenza. Non sarà di certo il Natale, ma anche il periodo pasquale offre interessanti opportunità di marketing, specie se possiedi una solida lista contatti.

Abbiamo raccolto esempi differenti di newsletter, per darti qualche utile idea, ma anche per mostrarti come anche a Pasqua l’email marketing possa fare la differenza. Puoi giocare con l’idea dell’Easter Egg e nascondere nelle tue email offerte speciali o codici sconti. Oppure puoi approfittarne una nuova linea di prodotti e servizi, in qualche modo legata alla stagione. O più semplicemente puoi utilizzarla per ricordare ai tuoi contatti che tieni a loro augurandoli una lieta e buona Pasqua.

1. Email con regalo di Buona Pasqua

Oggetto: Happy Easter! A gift for you: free delivery!

newsletter pasqua esempio di intimissimi

Cosa ci è piaciuto

Bellissima! Questa newsletter di qualche anno fa di Intimissimi ci è piaciuta particolarmente. Perché? Perché il brand offre ai propri iscritti e alle proprie iscritte un codice promozionale per ottenere la consegna gratuita durante le feste (con tanto di istruzioni per inserire il coupon sul sito) e lo fa con delicatezza, regalando anche un simpatico tutorial per creare un coniglietto pasquale di carta. L’oggetto è semplice e diretto, la comunicazione in generale è pulita, semplice, amichevole e senza troppi fronzoli. E adesso dicci: non stai già costruendo il tuo coniglio di carta?

Cosa si potrebbe migliorare

Gli elementi da migliorare a nostro avviso sono ben pochi. Intimissimi – forse – avrebbe potuto inserire una piccola parte dedicata ai valori del suo brand per dare un’ultima motivazione agli utenti per acquistare.

2. Email di Pasqua ironica ma efficace

Oggetto: Sitters are waiting to hop over this Easter!🐰

esempio di newsletter pasqua

Perché ci è piaciuta

Partiamo dall’oggetto: colpisce subito il target di questo brand che probabilmente sta pensando a chi affidare i propri animali durante le feste pasquali. Il tono è ironico e l’emoticon con il coniglietto è allegro, festoso, e conclude questo titolo alla perfezione.

Aprendo il corpo dell’email, la newsletter di TrustedHousitters non delude. L’immagine nell’header è di alta qualità e il titolo cattura subito l’attenzione con una domanda chiara e precisa “Stai ancora cercando un sitter per Pasqua?”. A questo punto gli utenti non possono fare altro che continuare a leggere il testo per saperne di più. Il corpo dell’email è breve ma decisamente accattivante. Il tono si conferma ironico e invita a cliccare sul tasto per scegliere un piano di abbonamento. Il pulsante, infatti, porta alla pagina dei servizi del sito web con i relativi piani tariffari. L’email prosegue illustrando i vantaggi principali di scegliere questa piattaforma, il tutto illustrato con grafiche semplici ma pertinenti. Davvero un buon lavoro!

Cosa si potrebbe migliorare

Gli elementi da migliorare in questa email a nostro avviso sono davvero pochi. Forse ci si poteva concedere qualche riga in più di storytelling o inserire delle riprove social – che sono comunque presenti nella landing page. Tuttavia, questa è stata solo una delle newsletter inviate per Pasqua dal brand; in altre ha fatto leva su altri punti importanti per il suo target. Per noi, nel complesso: 5 stelle.

3. Newsletter di Pasqua a tema alimentare

Oggetto: Ultima chance per effettuare il tuo ordine di Pasqua! Hai tempo fino a domenica sera

esempio email di pasqua

Cosa ci è piaciuto

Il Cashewficio è un brand che produce formaggi a base di frutta secca. L’oggetto dell’email fa percepire subito il senso di urgenza di acquistare i prodotti. Un’urgenza che poi viene rafforzata nel corpo della newsletter, a partire dall’header dove si ripete l’oggetto dell’email, fino ad arrivare alla cta sul pulsante “Scopri l’ultima box di Pasqua” e alla fine del corpo dell’email in cui si ripete il messaggio. Ci piace l’idea di utilizzare foto reali dei prodotti con una breve descrizione: aiutano gli utenti a capire esattamente di cosa si tratta e potrebbero invogliare all’acquisto.

Cosa si potrebbe migliorare

A nostro modesto avviso, ci sono diverse cose che possono essere migliorate. A partire dall’oggetto che, per quanto possa suscitare urgenza, risulta un po’ lungo e non completamente leggibile nelle preview dei provider di posta elettronica. Il corpo dell’email, invece, risulta graficamente un po’ disordinato con immagini di dimensioni diverse, font di varie dimensioni e colori, ecc. Inoltre, per un’email di carattere così commerciale, potrebbe essere una buona idea inserire dei punti che richiamano i valori dell’azienda.

4. Newsletter di Pasqua… al cioccolato!

Oggetto: Ma quanti ingredienti nelle Uova di Cioccolato! A noi ne bastano solo due (di altissima qualità)…

esempio di newsletter pasqua a tema cioccolato

Cosa ci è piaciuto

Rimanendo in tema food, ecco un altro stile di newsletter. Di questa email di Grezzo abbiamo apprezzato in particolare il fatto che l’header sia composto da un’immagine semplice e pulita, con un testo che racchiude il messaggio principale della comunicazione. Il testo prosegue con una breve intro che riprende la promozione di Pasqua per poi andare avanti con uno stile discorsivo, amichevole, che ricorda la qualità e i vantaggi di acquistare i prodotti del brand. Il vantaggio di una newsletter in questo stile è che dà l’impressione di essere scritta a mano da una persona. E un tocco umano è ciò che, in genere, molte persone apprezzano particolarmente. Tuttavia, c’è qualcosa che potrebbe essere migliorato.

Cosa si potrebbe migliorare

Grezzo in questa newsletter ricorda la qualità dei suoi prodotti e i valori del suo brand scrivendo una lettera abbastanza lunga e per lo più autocelebrativa. Lavorando di più con lo storytelling e inserendo un paio di immagini di supporto, forse il risultato sarebbe stato più accattivante. Non possiamo non notare, inoltre, che mancano i link ai profili social nel footer e che, anche in questo caso, l’oggetto risulta un po’ troppo lungo e non di impatto.

5. Promo di Pasqua con oggetto personalizzato

Oggetto: (NOME) è arrivata la Promo di Pasqua…

email promo di pasqua

Cosa ci è piaciuto

Ecco un oggetto davvero personalizzato, chiaro e sintetico. Veronica Gentili decide di sfruttare il periodo di Pasqua per lanciare una promo dedicata e lo dichiara subito, con tanto di campo personalizzato con il nome dell’utente nell’oggetto. Le persone della lista sono indubbiamente catturate da questa chance e propense ad aprire il messaggio. Lo confermano i dati e le statistiche di email marketing in Italia, d’altronde, che le persone preferiscono gli oggetti personalizzati.

Una volta aperta l’email ci si trova subito davanti a un’immagine a tema festoso e il titolo “Easter Special Promo” seguito dal sottotitolo “fino al 60% sconto”. Indubbiamente un bel gancio, diretto e incisivo. Il resto dell’email prosegue come fosse una sorta di mini landing page, con tanto di benefici e riprove sociali e con l’invito a cliccare sul pulsante “Vai alla promo”. In questo caso parliamo di un’email commerciale, che può essere stata inserita in una strategia di email marketing più completa.

Cosa si potrebbe migliorare

L’email è pensata per aumentare le vendite del business e si limita a questo. Un’ipotesi per rendere meno “fredda” la comunicazione potrebbe essere quella di lavorare un po’ di storytelling, motivando lo sconto, parlando del periodo di festa, ecc. ma questo dipende molto dalle scelte strategiche del brand.

Consigli di scrittura per la newsletter di Pasqua

Scrivere una newsletter per Pasqua, l’avrai capito, è proprio un’ottima idea.

Ma come si scrive una newsletter di Pasqua? Beh, prima di tutto bisogna stabilire l’obiettivo. Chiediti quindi cosa vuoi trasmettere alle persone iscritte alla tua lista e perché dovrebbe essere interessante per loro aprire questa comunicazione.

Una volta stabilito l’obiettivo, è il momento di passare alla parte pratica: creare una newsletter avvincente. E come si fa? Usando le parole e le immagini che contano e il giusto stile!

Non lasciare nulla al caso. Dall’oggetto al footer della newsletter, tutto deve essere studiato nei minimi dettagli se vuoi catturare l’attenzione dei tuoi utenti e portare risultati concreti al tuo business.

Oggetto della newsletter pasquale

Partiamo proprio dall’oggetto.

L’oggetto è il primo elemento che vedono le persone iscritte alla tua lista e ha un ruolo centrale per aumentare le aperture del messaggio. Un oggetto accattivante, incuriosisce e stimola le persone ad approfondire ciò che hai da dire.

Con pochi caratteri cerca di anticipare il corpo del messaggio e, per un pizzico di creatività in più, aiutati con delle emoji attinenti alla festività (come l’uovo di Pasqua o il coniglio, ad esempio), ma senza esagerare!

Un altro consiglio è quello di creare un senso di urgenza già nell’oggetto – se il corpo del messaggio lo permette. Degli esempi di oggetto potrebbero essere: “Solo per Pasqua: 50% di sconto su tutti i prodotti!”, “Buona Pasqua! Ecco le nostre proposte”, “La Pasqua si avvicina: ecco i nostri consigli …”.

Testo della newsletter pasquale

Passiamo al corpo della newsletter pasquale.

Una volta aperto il messaggio, la prima cosa che vedono gli utenti è l’header. L’header ha una missione importante: catturare l’attenzione delle persone e invogliarle a leggere di più. Per una newsletter di Pasqua potrebbe essere un’ottima idea inserire immediatamente un’immagine o una grafica che richiami la festività, ad esempio, e aggiungere un breve testo che racchiuda un po’ il succo del messaggio. In questa area ti consigliamo di inserire anche il tuo logo o il nome della tua attività per renderti immediatamente riconoscibile. 

Dopo l’header è il momento di passare al corpo vero e proprio dell’email. Utilizza questo spazio per raccontare nello specifico la tua proposta per Pasqua o per condividere tutte le informazioni più importanti che vuoi dare ai tuoi lettori e alle tue lettrici in questo periodo di festa. Come sempre, lo storytelling è un ottimo strumento per creare la giusta atmosfera.

Ricorda infine che la newsletter di Pasqua non è solo un momento commerciale. Puoi utilizzarla anche per far sentire il brand vicino alle persone, dando consigli utili per le feste, ad esempio, o presentando membri del team, ognuno con una dedica personale per augurare buone feste. Lasciati aiutare anche da immagini e grafiche!

Consigli di stile: template email a tema Pasqua

Non hai particolari competenze di grafica? Non sai come abbinare colori, font, forme e utilizzare gli spazi? O, forse, non hai tempo per dedicarti anche all’aspetto visual? Non preoccuparti: puoi ottenere con pochi minuti email e newsletter d’effetto attingendo dalla vasta collezione di template email a tema Pasqua che GetResponse mette a disposizione.

Parliamo di più di 150 template newsletter responsive, pre-progettati e quindi già pronti all’uso, ottimizzati per dispositivi mobili e personalizzabili grazie al pratico editor drag-and-drop. Tra questi trovi una sezione interamente dedicata alle festività, tra cui, ovviamente, la Pasqua!

template newsletter pasqua e festività

Come creare (concretamente) una newsletter per Pasqua

Sai cosa scrivere nella newsletter di Pasqua, hai scelto le immagini e hai tutto pronto per inviare. Ma, aspetta, come si crea una newsletter per Pasqua concretamente? Grazie allo strumento di creazione email di GetResponse puoi realizzare newsletter ed email con pochissimi click. Ecco i tre passi principali:

  1. Iscriviti gratuitamente a GetResponse e accedi
  2. Fai clic su Crea newsletter, scegli se utilizzare l’intelligenza artificiale oppure un template per la newsletter di Pasqua e personalizzalo a tuo piacimento!
  3. Importa la tua lista e invia la tua prima campagna!

Oltre l’email: consigli extra di marketing

Inviare una newsletter di Pasqua è certamente un’ottima idea, ma si può fare di più? Certo. Il mondo dell’email marketing apre le porte a infinite possibilità. In particolare, rimanendo in tema festività pasquali, potresti pensare di rendere la newsletter parte di un workflow di automazioni, studiato per aumentare le conversioni.

Potresti quindi valutare di inviare email automatiche ai tuoi iscritti personalizzate in base a come hanno interagito con le tue precedenti campagne email, festive e non. Ma non solo. Potresti rendere la newsletter un tassello della strategia di lead generation promettendo qualcosa di speciale per Pasqua per chi decide di iscriversi alla tua lista. Oppure, potresti legarla a una landing page per aumentare le vendite di un tuo prodotto o servizio. Per fare tutto questo non hai bisogno di saper scrivere in codice o di grandi competenze di grafica: GetResponse ti aiuta a creare i tuoi workflow e le tue email in modo semplice e veloce!


Gianpiero Spelozzo
Gianpiero Spelozzo
Laureato in Comunicazione di Marketing, esperto di email marketing e SEO, fervido smart worker e nomade digitale nella vasta terra di Google e dei motori di ricerca. Tra Milano, Nord Europa, Marche e Abruzzo vivo le migliori esperienze in ambito digital marketIng, e-commerce, innovazione digitale e scrittura creativa. Scompongo e rielaboro queste esperienze nel blog di GetResponse, sotto forma di articoli, guide e approfondimenti.
Share