L’Intelligenza Artificiale può scrivere Email? Esempi di righe d’oggetto e testi di email scritti dall’IA

9 minuti
Aggiornato:

Secondo uno studio condotto da McKinsey nel 2021, l’IA può incrementare il ritorno sugli investimenti delle campagne di marketing addirittura fino al 10%. Se ne parla molto, ma non è semplice passare dalla teoria alla pratica e comprendere come utilizzare giorno dopo giorno l’intelligenza artificiale.

In questo articolo vediamo due esempi concreti di scrittura e creazione email con l’Intelligenza Artificiale. Vedremo come scrivere e creare in pochi minuti:

  1. una email promozionale con scontistica per prodotti di beauty e skincare;
  2. una newsletter informativa con presentazione prodotti per la casa.

Per non farci mancare nulla, faremo generare tutti gli aspetti di design, layout e contenuto (linea dell’oggetto incluso) a un tool di Intelligenza Artificiale. Ricordando una regolare basilare: prima di inviare l’email creata dall’AI si deve sempre ritoccare e personalizzare manualmente!

Email Marketing e Intelligenza Artificiale: sinergia vincente

Tra le varie applicazioni dell’IA nel campo del marketing, spiccano la creazione di contenuti su misura per ogni utente, l’analisi dei dati dei consumatori per affinare la segmentazione e il miraggio delle campagne, nonché l’utilizzo di chatbot per potenziare il supporto clienti. Inoltre, l’IA si dimostra preziosa nel perfezionamento della gestione della pubblicità online, nell’ottimizzazione delle strategie di Search Engine Optimization (SEO) e Search Engine Marketing (SEM), nonché nell’individuazione istantanea delle tendenze di mercato.

E parlando di IA nell’email marketing? Anche in questo ambito gli utilizzi dell’intelligenza artificiale sono molteplici e di fatto toccano tutte le classiche attività di un email marketer, ad esempio ottimizzazione del timing, raccomandazione dei giusti prodotti da inserire in newsletter personalizzate o svolgimento di analisi predittive per massimizzare i risultati delle campagne.

Ma da ChatGPT in poi, l’area più interessante è di certo la creazione di contenuti, sia per ciò che riguarda la riga d’oggetto sia per lo stesso contenuto della mail. Si parla infatti nello specifico di Generative AI.

Creare contenuti può sembrare un’attività basata sulla creatività e quindi da gestire con risorse totalmente umane, ma è davvero così o l’IA può dare anche su questo un contributo rilevante? In questo brillante video, Andrea Ciraolo (consulente e formatore di comunicazione digitale) ci spiega al meglio come fare.

Vediamo nel seguito dell’articolo qualche esempio utilizzando le brillanti funzionalità di GetResponse, software di email marketing attiva da decenni nel settore che ha subito ampliato i suoi servizi facendo leva sull’intelligenza artificiale.

Scrivere una email promozionale con l’AI

Ipotizziamo di essere nell’ufficio Marketing di un noto brand di beauty e skincare e voler raccogliere idee per una newsletter volta a promuovere dei prodotti con sconti specifici. Questo esempio si applica alla perfezione per strategie di email marketing per il Black Friday o Cyber Monday.

Partiamo dalla nostra dashboard e clicchiamo su “Crea newsletter”. Eccoci subito davanti alla possibilità di sfruttare le potenzialità dell’IA. Partiamo con il Generatore Email con IA, disponibile gratuitamente per 30 giorni nel piano Email Marketing di GetResponse

creare email promozionale con intelligenza artificiale

Step 1: Fornisci all’IA le principali informazioni della tua offerta

creare email promozionale con intelligenza artificiale - indicazioni input

Step 2: Scegli la tipologia di email (e il tone of voice)

creare email promozionale con intelligenza artificiale - tone of voice

Step 3: Scegli il layout che ritieni più adeguato

creare email promozionale con intelligenza artificiale - layout

Step 4: Dopo pochi secondi, visualizza il risultato

creare email promozionale con intelligenza artificiale - esempio email

Oltre alla grafica e alle immagini (tra l’altro, con GetResponse è molto facile utilizzare sia immagini gratuite sia immagini a pagamento), la parte più interessante è sicuramente il testo. Un contenuto testuale più che adeguato da cui partire, nonostante io abbia fornito all’IA davvero pochissime informazioni. Riporto qui il risultato:

“Solo per te, abbiamo un esclusivo sconto del 20% su tutti i nostri prodotti per il viso. Questa è un’opportunità unica per ringiovanire la tua pelle e sentirti meraviglioso!

I nostri prodotti sono formulati con ingredienti naturali e clinicamente testati per garantire i migliori risultati. Che tu stia cercando una crema idratante, un siero anti-invecchiamento o un detergente delicato, abbiamo tutto ciò di cui hai bisogno per una pelle impeccabile.

Non aspettare troppo a lungo, questa promozione è disponibile solo per un periodo limitato. Approfitta subito del nostro sconto del 20% e scopri la differenza che può fare nella tua routine di cura della pelle.

Non lasciarti scappare questa occasione! Clicca qui per accedere al nostro negozio online e utilizza il codice sconto VISOSALE20 al momento del pagamento.

Affrettati, il tempo sta scorrendo! Rendiamo la tua pelle felice con questa offerta irresistibile!

Ti aspettiamo nel nostro negozio online!

Cordiali saluti,

Il team di {companyName}”

Step 5: Utilizza l’AI anche per aiutarti a generare l’oggetto

Formulare la linea oggetto è uno dei passaggi più delicati e intricati quando si tratta di comporre un’e-mail o una newsletter efficace. Diciamolo chiaramente: tutti gli studi su questo – tra cui anche il report sull’email marketing di GetResponse  – ci dicono che l’impatto della riga d’oggetto sul tasso di apertura è elevatissimo. Righe d’oggetto accattivanti agiscono come scudo contro l’oblio dell’inbox e, non da meno, le parole giuste fungono da salvaguardia contro il pericolo spam.

Ma qual è la strategia migliore? L’oggetto deve veicolare le informazioni chiave con sintesi, fluidità ed entusiasmo coinvolgente. Deve, altresì, riflettere il marchio e l’approccio comunicativo abitualmente adottati dal brand. Se il blocco creativo si fa sentire, l’IA rappresenta l’ausilio virtuale desiderato: rapido, agevole e diretto. E se mai il risultato generato dal robot non ti convincesse del tutto, puoi intervenire e perfezionare con pochi clic! Tuttavia, partire da una base già predisposta si rivela senz’altro più rapida ed efficace.

Rimanendo nel nostro esempio dell’azienda beauty, chiediamo con un solo click a GetResponse di aiutarci a generare anche l’oggetto.

creare email promozionale con intelligenza artificiale - oggetto email

Ovviamente c’è sempre la possibilità di guidare il più possibile lo strumento verso un risultato più consono per il proprio brand.

creare email promozionale con intelligenza artificiale - generazione idea oggetto

Step 6: Valuta il risultato, per migliorare i risultati futuri

Nel Generatore email con IA non manca la possibilità di fornire dei feedback ai risultati dell’intelligenza artificiale, feedback che verranno utilizzati dai tecnici di GetResponse per valutare le performance dello strumento e migliorarlo nel tempo.

creare email promozionale con intelligenza artificiale - feedback

Scrivere una newsletter informativa con l’AI

Abbiamo visto un esempio di newsletter prettamente promozionale, basata sul prodotto. Ma come se la cava l’intelligenza artificiale quando si tratta di newsletter informative o creative, in cui l’obiettivo non è la vendita immediata ma il coinvolgimento del singolo cliente o prospect per fidelizzarlo al brand?

Ipotizziamo di essere un’azienda che vende prodotti per la casa e voler creare un’email coinvolgente in occasione dei regali di Natale. I passaggi sono i medesimi.

Step 1: Fornisci all’IA le principali informazioni del tuo prodotto

creare newsletter con intelligenza artificiale

Step 2: Scegli la tipologia di newsletter (e il tone of voice)

creare newsletter con intelligenza artificiale - tone of voice

Step 3: Scegli il layout per la newsletter

creare newsletter con intelligenza artificiale - layout

In questo caso scelgo il layout solo testo, che è il nostro vero focus in questo esempio, ma ricordo che è sempre possibile personalizzare ulteriormente l’email inserendo il logo della propria azienda e creando layout specifici.

Step 4: In pochi secondi, la newsletter è pronta

creare newsletter con intelligenza artificiale - esempio newsletter

Ecco il testo generato automaticamente:

“Ciao {emailTargetUserInput}, Siamo entusiasti di presentarti il nostro catalogo di prodotti speciali per i regali di Natale. 🎄

Se stai cercando l’ispirazione per sorprendere i tuoi cari quest’anno, sei nel posto giusto! Abbiamo selezionato con cura una vasta gamma di articoli per la casa e il giardino che renderanno la tua festività ancora più magica e indimenticabile.

Dai un’occhiata al nostro catalogo e lasciati ispirare dalle nostre proposte uniche e creative. Troverai tutto, dagli accoglienti accessori per la casa, alle luci decorative per il giardino, fino ai set regalo per gli amanti della cucina.

Abbiamo pensato a tutto per rendere il tuo shopping natalizio facile e divertente. E se hai bisogno di una mano, il nostro team di esperti è a tua disposizione per guidarti nella scelta dei regali perfetti.

Non perdere l’opportunità di rendere il Natale di quest’anno davvero speciale. Clicca qui per sfogliare il nostro catalogo e inizia a pianificare i tuoi acquisti. 🎁

Grazie per aver scelto la nostra azienda del settore Casa e Giardino. Speriamo che tu possa trovare il regalo perfetto per ogni persona speciale nella tua vita.

Auguriamo a te e ai tuoi cari un Natale pieno di gioia e felicità!

Cordiali saluti,

Il team di {Company}”

Ovviamente l’intelligenza artificiale non conosce le specificità e i punti di forza della tua azienda, ma può aiutarti a inserire le principali informazioni velocemente. Non ti resta che arricchire l’email con i dettagli che desideri, ma non dilungarti troppo!

Step 5: Crea l’oggetto con l’IA

Dopo aver finalizzato la newsletter, vediamo quali righe d’oggetto suggerisce il Generatore oggetto con IA. In questo caso inseriamo le principali informazioni e ci lasciamo ispirare dalla potenza del software.

creare newsletter con intelligenza artificiale - oggetto

Lo strumento ci regala diverse opzioni. Siamo soddisfatti o vogliamo scriverlo manualmente?

creare newsletter con intelligenza artificiale - idee per oggetto

Personalmente scelgo il secondo oggetto “Idee regalo per arredare il giardino”.

In conclusione: IA o non IA, questo NON è il dilemma

Nonostante il grande entusiasmo, chi si approccia ad utilizzare quotidianamente l’intelligenza artificiale si accorge subito degli attuali limiti. Se in altri campi (ad esempio la predizione statistica), i risultati dell’IA saranno sempre connessi alla quantità e bontà dei dati a disposizione, nel mondo della creazione di contenuto spesso l’intelligenza artificiale risulta leggermente banale e ripetitiva, priva di quel guizzo creativo che solo l’umano (e non certo tutti gli umani!) può raggiungere.

L’intelligenza artificiale però continuerà ad evolvere e già oggi, come abbiamo visto dagli esempi, permette tramite GetResponse di creare campagne di marketing 6 volte più velocemente. Non si tratta di scegliere se utilizzare o meno l’IA, non si tratta di pretendere che sostituisca l’essere umano, si tratta di imparare a collaborare!

Ti suggerisco quindi di testare il Generatore Email con IA di GetResponse e lasciarci sempre un feedback: come ti sei trovato? Ne potrai fare ancora a meno?


Gianpiero Spelozzo
Gianpiero Spelozzo
Laureato in Comunicazione di Marketing, esperto di email marketing e SEO, fervido smart worker e nomade digitale nella vasta terra di Google e dei motori di ricerca. Tra Milano, Nord Europa, Marche e Abruzzo vivo le migliori esperienze in ambito digital marketIng, e-commerce, innovazione digitale e scrittura creativa. Scompongo e rielaboro queste esperienze nel blog di GetResponse, sotto forma di articoli, guide e approfondimenti.