Porta il tuo business online con il piano Free di GetResponse

INIZIA SUBITO SCOPRI DI PIÙ
L’orario migliore per inviare newsletter – studio 2020
di Michele Magnani ultimo aggiornamento 0

L’orario migliore per inviare newsletter – studio 2020

Se vi occupate di email marketing e creando e gestendo newsletter, sicuramente sarete arrivati a porvi questa domanda: qual è il momento migliore per inviare e-mail?

Come voi, ce lo siamo chiesti anche noi, così abbiamo deciso di fare uno studio e di individuare i giorni e i tempi migliori per inviare e-mail nel 2020.

E oggi, siamo felici di condividere i risultati con voi.

Sommario

Analisi e Monitoraggio delle email

Abbiamo analizzato oltre 2,85 milioni di e-mail inviate dai clienti GetResponse nei primi due trimestri del 2020.

Nella nostra analisi, abbiamo incluso solo i clienti PMI e monitorato le campagne che sono state inviate con almeno 1.000 contatti.

Abbiamo analizzato a che ora e in che giorno i clienti hanno inviato le loro campagne e-mail, con quali tassi di apertura e che click-through e click-to-open hanno generato.

Ciò che rende unico questo studio è che abbiamo anche diviso i risultati in base alla posizione dei nostri clienti.

Grazie a questo, oltre a vedere i risultati italiani, potrete anche esaminare i dati singolarmente con focus sui paesi Italia, Germania e Polonia, Stati Uniti e Canada e le aree: CEE, EMEA, Asia-Pacifico e LATAM.

Come utilizzare questi dati

Partiamo con una premessa: il momento migliore per inviare un’e-mail non esiste. O forse sì, ma non è una cosa che vale per tutti, per la maggior parte dei casi dipende da molti fattori e andrebbe analizzato caso per caso.

Anche se questo può essere vero, ci sono momenti in cui non abbiamo altra scelta se non quella di programmare le nostre campagne email e inviarla a tutti nello stesso momento

Ecco alcuni scenari in cui questo è spesso il caso:

  1. Volete che tutti nel vostro pubblico ricevano il tuo messaggio allo stesso istante. Ad esempio, quando si esegue una campagna di vendita flash 24 ore su 24.
  2. La vostra lista di email è nuova e non avete abbastanza dati per alimentare l’algoritmo.
  3. Preferite inviare le campagne in un determinato momento e volete abituare il vostro pubblico ad aprire la propria casella di posta ad un’ora ben precisa.
  4. Devi cronometrare le vostre campagne in base ad eventi esterni, ad esempio gli orari di negoziazione in borsa.

In tutti questi casi, se dovete scegliere l’orario migliore per inviare le vostre e-mail da soli, questi dati vi saranno utili.

Come aumentare i tassi di apertura delle email

Basta considerare i numeri: anche solo aumentare i tassi di click-through delle e-mail di 0,5 punti percentuali (dal 2% al 2,5%), potrebbe tradursi in una crescita del 25% del fatturato di quella campagna. Per la maggior parte delle aziende, questo significa una differenza enorme in termini di performance. 

Tenete sempre a mente che ogni pubblico è comunque diverso, confrontate questi risultati con la vostra esperienza o con quello che il vostro istinto da imprenditori continua a dirvi. Usateli come punto di partenza per test più complessi che farete sul vostro target di riferimento.

Come ottimizzare l’orario di invio della email

È importante ricordare che non esiste un momento migliore universale, ma che ci sono molti altri fattori che possono influire su quello che può essere l’invio ottimale della vostra newsletter:

  1. In che settore operate
  2. Chi è il vostro pubblico di riferimento e come si comportano
  3. Dove si trovano
  4. Che stagione è
  5. Eventi esterni che possono influenzare la vita quotidiana

Ecco perché, se non avete una necessità specifica di inviare le vostre e-mail tutte in una volta, potete vedere risultati migliori se adattate la vostra comunicazione alle esigenze di ogni iscritto.

Utilizzando il giusto software di email marketing, è facilmente un’opzione che avete a disposizione. Noi a GetResponse abbiamo sviluppato il sistema Perfect Timing che ottimizza l’orario di invio per ogni singolo utente attraverso un algoritmo avanzato che analizza tutti i precedenti invii, facendo tutto il lavoro per voi.

perfect timing - strumento per inviare newsletter nell'orario personalizzato

Con un solo clic, potete fare in modo che tutti i tuoi contatti ricevano il vostro messaggio quando è più probabile che lo guardino, non male vero?

Vediamo ora i dati:

Il giorno migliore per inviare un’e-mail: Italia

Abbiamo analizzato per ogni paesi o area i dati di invio sia per l’ora migliore che per il giorno, prendendo in considerazione:

  • numero di email inviate
  • numero di aperture
  • numero di click

Arrivando cosi a sapere i migliori tassi di apertura e click through per ora o giorno della settimana in ogni singolo paese.

Vediamo l’Italia nello specifico, che poi è quello che ci interessa maggiormente:

miglir giorno per inviare newsletter italia dati

I dati italiani suggeriscono che il momento migliore per l’invio di e-mail è il Lunedì se volete che la vostra newsletter venga aperta o la domenica se il vostro obiettivo principale è fare cliccare all’interno della email.

L’orario migliore per inviare un’e-mail: Italia

Vediamo ora l’orario migliore, che risulta essere leggermente più complicato perchè il numero di email inviate ad ogni orario non è lo stesso, quindi i dati vanno sempre interpretati. 

OreOpen rateClick-through rate
036,36%4,07%
123,50%1,20%
219,75%1,40%
326,47%1,16%
423,44%2,67%
532,91%2,78%
647,41%7,36%
738,14%2,99%
828,91%2,49%
930,92%3,23%
1031,99%2,52%
1133,55%3,02%
1234,35%3,29%
1335,53%2,73%
1436,28%3,78%
1538,62%3,81%
1639,37%4,48%
1737,99%3,40%
1835,15%3,37%
1940,24%3,97%
2039,61%4,61%
2141,51%4,78%
2237,06%3,80%
2337,75%5,18%


Abbiamo analizzato più di 60 milioni di email inviate in Italia nei primi due trimestri del 2020, praticamente un email per ogni italiano 😉

Quello che risulta e si vede dal grafico è che il migliore momento per l’invio sono le 21 per quanto riguarda i tassi di apertura e le 23 per quanto riguarda il numero di click. 

Ma questo significa veramente che dobbiamo inviare le comunicazioni alle 9 di sera? Non necessariamente, perché se si guardano bene i dati si vede che i migliori tassi sono stati generati con un numero di invii molto bassi rispetto al totale. 

È presente ovviamente un oscillazione dovuta alle ore notturne, ma prendendo in considerazione le ore lavorative (9-18) per esempio si nota come il migliore momento siano le 16 con il 39,37% non lontano dal picco delle 21, inoltre con un numero di invii molto maggiore circa il 6% che rappresenta un ottimo campione di analisi. Se fosse la mia campagna la invierei alle 16 e non alle 21 😉

Lo stesso ragionamento si può fare considerando i giorni della settimana, ma in questo caso le oscillazioni sono minori con un tasso di apertura che varia dal 33% al 36% e i click sono tutti nell’ordine del 3-4% quindi non mi sento di consigliare un giorno specifico, solo che forse la domenica le persone hanno altre esigenze e anche voi potreste prendervi un giorno di pausa dal lavoro.

Il giorno migliore per inviare un’e-mail: Stati Uniti & Canada

Gli americani sono un popolo di lavoratori questo si sà.. e probabilmente la prima cosa che fanno al mattino è guardare la mail, alcuni anche decisamente presto!

I marketer americani che inviano le loro e-mail alle 4 del mattino possono contare sui tassi di apertura più alti, mentre quelli che lo fanno alle 6 del mattino vedono i tassi di click-through più alti, è interessante notare come quasi il 5% delle email inviate è alle 6 del mattino, in tanti ci puntano per ottimizzare le loro campagne. 

È da tenere comunque sempre in considerazione che la maggior parte degli email marketer invia le loro newsletter durante l’orario d’ufficio standard, cioè dalle 6 alle 18. Le email inviate in quel lasso di tempo rappresentano l’81,14% di tutti i messaggi che abbiamo analizzato.

A livello globale, abbiamo potuto constatare che i tassi di apertura e di click-through sono rimasti relativamente stabili per tutto il giorno. Negli Stati Uniti e in Canada, tuttavia, queste metriche sembrano diminuire in modo più significativo dopo le 10 del mattino.

L’orario migliore per inviare un’e-mail: Stati Uniti & Canada

In termini di click, giovedì e martedì hanno la meglio. La media dei CTR analizzata in quei giorni è stata del 2,70% e del 2,68%. La differenza tra giovedì e lunedì, che ha avuto il tasso di click minore, è stata di 0,29 punti percentuali.

È interessante notare come l’Italia abbia un andamento simile ma con dati molto più alti. Una considerazione possibile è che da noi sembra che il mercato non sia ancora così intasato come quello americano e i dati sembrano confermarlo: in Italia c’è ancora molto spazio per l’email marketing ed è un canale ad alta potenzialità non sempre sfruttato al massimo.

Il giorno migliore per inviare un’e-mail: Germania

migliore giorno per inviare le mail germania

I tedeschi sono all’opposto degli italiani per loro il giorno migliore per i tassi di apertura è la domenica e per il numero di click il lunedì.

La differenza che sembra notarsi è che in Germania non s’è un grossa diminuzione dei dati nel week end come invece succede in altri paesi, ma succede solo il sabato mentre la domenica le percentuali tornano in media con il resto dei giorni della settimana.

Open RateClick-through rate% dei messaggi inviatiGiorno
34,69%5,55%16,50%Domenica
30,79%5,79%13,53%Lunedì
30,48%5,60%15,27%Martedì
30,93%5,65%15,54%Mercoledì
30,74%5,32%14,61%Giovedì
30,13%5,58%14,62%Venerdì
27,38%5,32%9,93%Sabato

L’orario migliore per inviare un’e-mail: Germania

Il tasso medio di apertura della Germania per le ore della giornata è del 35% circa con picchi fino al 63% delle 2 del mattino e un minimo di 22% alle 18. È davvero interessante notare come abitudini e comportamenti diversi in paesi diversi devono necessariamente influenzare le nostre scelte di marketing. 

Alle 2 del mattino è una piccolissima lista, vengono inviati solo lo 0,10 % delle email, ma, per esempio, se dovessimo vendere prodotti per sonnambuli probabilmente sarebbe un’ottima opzione come orario di invio delle promozioni.. quello che voglio dire è che sempre bisogna adattarsi e interpretare i dati a seconda del nostro mercato e degli utenti a cui scriviamo.

L’orario migliore per inviare un’e-mail: Area CEE

La maggior parte delle regioni che abbiamo analizzato finora ha ottenuto tassi di apertura relativamente stabili nel corso della giornata. Dopo il picco iniziale, la metrica è rimasta con un andamento piatto fino al tardo pomeriggio.

Le cose cambiano per l’Europa centrale e orientale. Qui possiamo vedere due picchi. Il primo tra le 10 e le 12, e il secondo tra le 17 e le 19.

È interessante notare che quest’ultima termina con l’ora di punta, le 19, quando abbiamo visto il maggior numero di aperture e di click.

Questo suggerisce che i consumatori nell’area CEE iniziano a ricevere e-mail un po’ più tardi che altrove, ma continuano anche a rispondere dopo l’orario di lavoro standard.

Per i marketer che si rivolgono all’area CEE, questo lascia più spazio di flessibilità, in quanto non devono preoccuparsi di lanciare le loro campagne come prima cosa al mattino.

Il giorno migliore per inviare un’e-mail: Area CEE

I marketer che si rivolgono al pubblico della CEE hanno le maggiori possibilità di aprire i loro messaggi e cliccare se inviano le loro campagne all’inizio della settimana.

I tassi di engagement via email sono al top il lunedì (20,42% OR, 2,32% CTR) e continuano a diminuire lentamente per tutta la settimana.

L’orario migliore per inviare un’ e-mail: Area Asia Pacifico

I risultati nella regione dell’Asia-Pacifico sono alquanto sorprendenti.

Per la maggior parte, stiamo ancora vedendo che i marketer ottengono tassi di apertura e click-through relativamente decenti intorno al normale orario di lavoro. In particolare, il periodo di tempo ottimale dura tra le 9.00 e le 18.00.

Tuttavia, ciò che è sorprendente è che i marketer continuano a inviare le loro e-mail più tardi nella notte. Oltre il 18% di tutte le email sono state inviate tra le 21.00 e le 2.00.

Anche se queste email vedono tassi di apertura più bassi, i loro CTR non sono sempre bassi. Le 23:00 sono in cima alla lista in termini di tassi di click-through, con un punteggio del 3,11%.

Il giorno migliore per inviare un’e-mail: Area Asia Pacifico

Se il vostro target di riferimento si trova nella regione dell’Asia-Pacifico, considerate la possibilità di inviare le vostre e-mail nella prima metà della settimana.

È in quel momento che i consumatori hanno mostrato i più alti tassi di impegno e si hanno maggiori probabilità di generare elevati tassi di apertura e di clic.

Detto questo, anche se martedì e mercoledì sono in cima alla nostra classifica, gli altri giorni della settimana non sono così lontani.

Fate attenzione a non inviare le vostre e-mail nei fine settimana. Queste tendono ad avere prestazioni leggermente peggiori.

L’orario migliore per inviare un’ e-mail: EMEA


Se vi rivolgete all’Europa, al Medio Oriente e all’Africa, dovreste puntare le vostre campagne ad uscire tra le 8 di mattina e le 7 di sera.

Si tratta di un periodo di tempo lungo durante il quale ci si può aspettare aperture e click-through sulle campagne e-mail.

Il giorno migliore per inviare un’e-mail: EMEA

Venerdì e lunedì si sono classificati al primo posto nella regione EMEA. È stato allora che le campagne email che abbiamo analizzato hanno avuto i più alti tassi di apertura e di click-through.

Sorprendentemente, i risultati per tutti gli altri giorni sono stati relativamente simili. Anche i fine settimana, dove di solito vediamo risultati molto peggiori, sono andati bene.

Il tasso di apertura è stato in media tra il 20,82% e il 22,62% per tutta la settimana. Mentre il CTR medio è stato tra il 2% e il 2,38%.

Conclusioni

Per la maggior parte, tutte le regioni hanno visto tendenze simili – i consumatori mostrano un maggiore impegno intorno agli orari d’ufficio standard.

Ciò non significa che non si dovrebbero esaminare i dati a livello regionale.

Gli orari d’ufficio standard – e i tempi di impegno più elevati – non sono sempre gli stessi in tutti i paesi o le località. Nella CEE, ad esempio, i consumatori continuano a mostrare tassi di impegno elevati anche dopo le 20.00.

Ogni regione racconta una storia leggermente diversa e spesso mostra alcuni risultati entusiasmanti che non avreste visto nell’analisi globale.  Sfruttare tali intuizioni potrebbero darvi un vantaggio sui vostri concorrenti e significare un aumento significativo dei ricavi di vendita.

E anche se lo usate solo per eseguire un test A/B che non finisce per muovere l’ago – sarete molto più saggi. E imparerete ancora di più sul vostro target di riferimento.

Per ulteriori idee su come ottimizzare le vostre campagne e-mail, fate riferimento a queste risorse preferite di tutti i tempi:

Benchmark per l’Email Marketing

20 modi per migliorare le vostre metriche di email marketing

Curiosi di provare? Attiva un account gratis per 30 giorni!

Iscriviti per ricevere consigli aggiornati e articoli di rilievo

GetResponse Sp. z o.o. ha bisogno dei dati contenuti in questo modulo per fornirti i materiali che hai richiesto. Per maggiori informazioni, consulta le Norme sulla privacy.

Grazie per la tua iscrizione!

A breve ti invieremo un'e-mail di conferma.

Diventa un autore del blog di GetResponse!

Scrivi per noi