presto in arrivo

GetResponse Content Monetization HUB

Trasforma le tue conoscenze in un flusso di entrate. Crea e vendi corsi online in un'unica piattaforma. Iscriviti alla lista per ottenere uno sconto esclusivo!

Cosa sono le email transazionali e come utilizzarle

5 minuti
Aggiornato:

Se non sai cosa sono le email transazionali sei nel posto giusto. Se hai un ecommerce saprai che non esiste solo il momento dell’acquisto per gli utenti, ma se vuoi fidelizzare i clienti devi dedicare tempo e risorse per occuparti di molti aspetti e tappe del processo di acquisto e retention della clientela. 

L’esperienza che l’utente medio affronta durante tutto il suo processo di acquisto su un sito web, non è molto lontana a quanto si riscontra nella realtà dei negozi fisici. 

Perchè usare le email transazionali

Immaginate di entrare un negozio di abbigliamento e dover chiedere informazioni sulla taglia e il prezzo e nessuno vi risponde. Oppure se chiedere la disponibilità di un prodotto e il titolare del negozio non sa darvi la risposta, ecco tutti questi esempi di riscontrano anche nel mondo del web, con necessità a volte diverse, ma risulta essenziale per la vostra attività concentrarvi anche su questi aspetti. Non avere un rapporto fisico dal vivo, non vuol dire che non posso prendermi cura lo stesso del cliente, risolvere i suoi dubbi ed esigenze o meglio ancora anticiparle.

La creazione di email transazionali nasce con lo scopo di anticipare le possibili esigenze dei clienti che acquistano sul tuo sito aumentando la fiducia e la credibilità dello stesso. La funzionalità consiste nel poter automatizzare l’invio di messaggi in base all’accadere di  determinate condizioni, corrispondenti a momenti precisi del percorso utente. 

Sempre per fare un esempio, pensate di avere un negozio con un forte afflusso anche 1000 utenti al giorno. Solo augurare loro il benvenuto e indicare lo scaffale giusto per loro richiede un enorme sforzo di lavoro, con le email transazionali potete automatizzare questi processi e risparmiare tempo e risorse.

Diverse tipologie di email transazionali

Essendo un canale molto efficace con tassi di apertura dei messaggi molto alti, perchè gli utenti ormai sanno che contengono informazioni rilevanti per loro, risulta sempre più importante avere un chiaro concetto di cosa cosa e di quali tipo di informazioni dover comunicare.


Generalmente si suddividono in:

  • Messaggi informativi – contengono dati utili per l’utente come per esempio le informazioni sullo stato della spedizione dell’ordine e le tempistiche.
  • Messaggi personalizzati – come per esempio l’invio di scontistica in corrispondenza del compleanno, reminder di carrelli abbandonati e wish-list, 
  • Messaggi di branding – Come richieste di feedback, informazioni su campagne specifiche o attività che l’azienda svolge.

Vediamo alcuni esempi di brand famosi:

Email transazionali di servizio

Email di aggiornamento dello stato dell’ordine

Email di aggiornamento dello stato dell’ordine

Email transazionali personalizzate

Email personalizzate per recensioni e review

Email personalizzate per auguri compleanno

Email personalizzate per carrello abbandonato

Come configurare le email transazionali con GetResponse

Con GetResponse potete facilmente creare i vostri workflow automatizzati in base alle vostre specifiche esigenze e tenere traccia di ogni singolo messaggio inviato e conoscerne tassi di aperture e click. Per aiutarvi in questo processo sono state pensati dei template predefiniti che potete attivare e personalizzare a piacimento. 

Vediamone alcuni:

Per inviare email transazionali per il carrello abbandonato avete a disposizione 3 modelli di base:

  1. Promemoria Carrello – Per incoraggiare i clienti a tornare e completare l’acquisto.
  2. Serie carrello Abbandonato – Per inviare una serie di promemoria ai clienti che non hanno ancora completato l’acquisto.
  3. Promemoria Urgenti – Per stimolare chi ha abbandonato il carrello ad acquistare rapidamente l’offerta attraverso l’utilizzo di un offerta speciale.

Per le email transazionali contenenti messaggi di benvenuto, avete 6 modelli preformattati da cui partire:

  1. Semplice messaggio di benvenuto – Per inviare un messaggio di benvenuto non appena un contatto si iscrive alla lista.
  2. Email di benvenuto per i nuovi clienti – Per dare il benvenuto ai clienti e assegnare loro un tag dopo il primo acquisto.
  3. Email di benvenuto per i nuovi contatti – Dai il benvenuto ai nuovi contatti appena si iscrivono.
  4. Messaggio di benvenuto basato sul consenso – Dai il benvenuto ai nuovi clienti in base allo stato del consenso.
  5. Suddivisione semplice dei contatti – Suddividi i contatti in base a una condizione specifica dopo l’iscrizione per testare le email che funzionano meglio.

Suddivisione avanzata dei contatti – Per testare strategie di vendita o marketing su una percentuale della lista dei nuovi contatti o clienti.

Email transazionali per up e post selling

Qui è la parte più corposa dove si può sfruttare al massimo la creatività a seconda del business. Abbiamo pensato a otto modelli preformattati che possono esservi utili per creare le vostre strategie di email marketing e flussi di email transazionali:

  1. Trasformare i contatti in clienti – Per inviare contenuti mirati a liste o segmenti e trasformare i contatti in clienti paganti.
  2. Sconto Early Bird – Per convicere i contatti ad approfittare della tua nuova offerta.
  3. Upselling – Per incoraggiare i clienti ad fare un upgrade o acquistare ulteriori servizi
  4. Prodotti consiglieri – Per pubblicizzare i prodotti più gettonati e aumentare le vendite
  5. Ringraziamento – per ringraziare dopo che una determinata pagina è stata visitata
  6. Sconti a tempo limitato per Black Friday – Per organizzare un offerta in più fasi
  7. Sconti Early Bird per Black Friday – Creare concorsi e aumentare contatti e vendite
  8. Impegno di Natale – Per inviare offerte natalizie

Naturalmente questa è la base di partenza, nulla vieta di creare la propria automazione a seconda dei parametri che più sono utili per il business.

La facilità dell’editor per creare Email Transazionali con GetResponse, avere una libreria a disposizione di modelli dai cui partire e l’utilizzo del drag&drop facilitano di molto questi processi e lasciano spazio alla creatività di ogni marketing manager.

Oltre alle funzionalità elencate potete trovare molti altri “percorsi” già pensati per aiutarvi nel processo di crescita di vendita dei vostri servizi o prodotti.

Trovate moduli dedicati a creare le condizioni per inviare email transazionali dedicate a:

  • creazione di lead
  • interazione e fidelizzazione della clientela
  • Post- vendita
  • Vendita di corsi online
  • Vendita di webinar e eventi live
  • Promozione di vendita
  • Affiliate marketing

Ottimizzare le vendite e analizzare i risultati

Utilizzando GetResponse, non sarete solo in grado di inviare email transazionali e creare nuovi flussi e paramentri di invio, ma cosa molto importante, anche analizzare i risultati attraverso una dashboard dedicata.

Potete avere una visione a 360° della campagna grazie ad una dashboard intuitiva e monitorare dati essenziali per scoprire nuove opportunità di miglioramento.

  • Analizza il volume di email inviate
  • Monitora i tassi di apertura, clic e rimbalzo
  • Cerca tra le email inviate

GetResponse garantisce una consegna delle email fidata e ottimizzata:

Se sei interessato a saperne di più e mettere in pratica questi suggerimenti prova 30 giorni gratuitamente GetResponse e testane le funzionalità… Non vediamo l’ora di sapere cosa ne pensi!


Michele Magnani
Michele Magnani
Sono nato nella nebbia pavese, e la luce blu del PC è il mio faro. Amo il lavoro che faccio perché mi permette di rendere servizio alle persone: mettere in luce un progetto e fare in modo che diventi accessibile al gran pubblico. Il mio punto di forza sono i numeri e le statistiche, ma la mia motivazione nasce sempre dai rapporti umani, veri, tra le persone.
Share